Blog: http://lucania.ilcannocchiale.it

SCHEDATO E INTERROGATO IL NOSTRO CANDIDATO ALLA PRESIDENZA MAURIZIO BOLOGNETTI


TRIBUNA CON POSTIGLIONE(FORZA NUOVA)



TRIBUNA CON FILIPPO BUBBICO


Il PRESIDENTE BUBBICO


PRENDO APPUNTI


INTERVENGO


"...LA RIFORMA AMERICANA..."



SERVIZIO TG3 SU RACCOLTA FIRME


COMIZIO IN PIAZZA MARIO PAGANO


PROGRAMMI: LA GIURIA DEL CORRIERE DELLA SERA PREMIA I 15 CANDIDATI PRESIDENTI DELLA LISTA BONINO

15 aprile 2000

Sei volte primi, otto volte secondi, una volta terzi

Comunicato della Lista Emma Bonino


Roma, 15 aprile 2000

Grande affermazione dei 15 candidati della Lista Bonino alla Presidenza delle Regioni nel concorso organizzato questa settimana dal Corriere dalla Sera. Il quotidiano milanese ha chiesto a tutti i candidati delle varie coalizioni di riassumere in 100 parole i propri programmi, affidando il giudizio a una giuria composta da Stefano Folli, Paolo Franchi, Ernesto Galli della Loggia, Aldo Grasso, Renato Mannheimer, Piero Ostellino, Angelo Panebianco, Alessandro Penati, Sergio Romano, Beppe Severgnini e Corrado Stajano. Per ben sei volte i candidati radicali hanno ottenuto il punteggio più alto (Emma Bonino in Piemonte, Marco Pannella in Campania, Marco Cappato in Veneto, Gianfranco Dell'Alba in Toscana, Luigino Del Gatto in Abruzzo e Antonio Marzano in Calabria); per otto volte si sono classificati secondi (Benedetto Della Vedova in Lombardia, Rita Bernardini nel Lazio, Sergio Stanzani in Emilia Romagna, Mario Tarantino in Liguria, Marcello Crivellini nelle Marche, Donato De Renzis in Molise, Danilo Quinto in Puglia e Maurizio Bolognetti in Basilicata); e per una volta terzi (Elisabetta Chiacchella in Umbria). E' significativo osservare come, a proposito di questo concorso, si sia pressoché esclusivamente parlato, fino ad ora, delle basse medie di voto attribuite dalla giuria ai candidati; vedremo se qualcuno, a cominciare dagli stessi organizzatori del concorso, si accorgerà della grande affermazione dei candidati radicali.


BASILICATA: SCHEDATO E INTERROGATO IL NOSTRO CANDIDATO ALLA PRESIDENZA MAURIZIO BOLOGNETTI


23 marzo 2000

Roma, 23 marzo 2000

Dichiarazione di Rita Bernardini, candidata alla Presidenza della regione Lazio per la Lista Bonino:

Sì, nell'Italia dell'illegalità accade anche questo: il candidato della Lista Bonino alla Presidenza della giunta regionale della Basilicata è stato ieri sottoposto ad interrogatorio, con conseguente schedatura, dal maresciallo della stazione dei Carabinieri di Latronico (PZ). Condotto dal maresciallo Santo Pietro alla presenza di un appuntato, l'interrogatorio ha avuto come oggetto le seguenti domande: "che lavoro svolge?", "perché da Napoli si è trasferito in Basilicata?", "pensa che sarà eletto?", "quali lavori aveva svolto in precedenza e dove?". Le risposte sono state annotate su un blocco per appunti e del verbale di interrogatorio non è stata fornita copia al Bolognetti. Da rilevare che nel corso dell'investigazione il maresciallo affermava "chiederemo informazioni anche a Napoli". A domanda del Bolognetti "ma perché mi interrogate?", il maresciallo in un primo momento rispondeva "la Prefettura mi ha chiesto di fare una scheda del candidato"; nel pomeriggio, invece, ritrattava questa versione con "mi è stato richiesto da organismi superiori".
Ancora tutto da chiarire - rileva la Bernardini - è il ruolo di un sedicente Generale De Toma che un paio di mesi fa, quando la lista Bonino preparava le candidature per le liste regionali, si fece vivo più volte telefonicamente alla sede di Roma cercando di imporre la candidatura di tal Giuseppe Mancusi di Avigliano definendolo "un radicale da sempre" (pur non figurando negli elenchi di iscritti, sostenitori o simpatizzanti del Partito Radicale o delle associazioni dell'area radicale). Di fronte alla decisione della Lista Bonino di non candidare il Mancusi, il sedicente "Generale De Toma" mi faceva una telefonata minacciosa affermando fra l'altro che i radicali non l'avrebbero passata liscia. Gli risposi - conclude Rita Bernardini - che i radicali non avevano nulla da temere e che non si lasciavano intimorire da alcuno, tanto meno dal "generale De Toma".
Sulla singolare e preoccupante vicenda, il Senatore Piero Milio ha presentato un'interrogazione urgente al Governo (Presidente del Consiglio, Ministro dell'interno e Ministro della difesa) per chiedere immediati chiarimenti e interventi.


CANDIDATURE ALLA PRESIDENZA REGIONI DELLA LISTA BONINO

4 febbraio 2000

Roma, 4 febbraio 2000

LA LISTA EMMA BONINO RENDE NOTA LA LISTA DELLE PROPRIE CANDIDATURE ALLA PRESIDENZA DELLE GIUNTE REGIONALI IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI REGIONALI DEL 16 APRILE


Piemonte: Emma BONINO
Lombardia: Benedetto DELLA VEDOVA
Veneto: Marco CAPPATO
Liguria: Mario TARANTINO
Emilia Romagna: Sergio STANZANI
Toscana: Gianfranco DELL'ALBA
Umbria: Elisabetta CHIACCHELLA
Marche: Marcello CRIVELLINI
Lazio: Rita BERNARDINI
Abruzzo: Luigi DEL GATTO
Molise: Donato DE RENZIS
Campania: Marco PANNELLA
Puglia: Danilo QUINTO
Basilicata: Maurizio BOLOGNETTI
Calabria: Antonio MARZANO



LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO SUL FACCIA A FACCIA TRA I CANDIDATI




INTERVISTA CON RENATO CANTORE


LA CONSEGNA DELLE FIRME A MATERA


TAVOLO DI RACCOLTA FIRME PER LA PRESENTAZIONE DELLE LISTE


INTERVISTA CON SOAVE


TRIBUNA CON L'ON. NICOLA PAGLIUCA


TRIBUNA CON IL SEN. LEO BOREA





IL FOGLIO






Pubblicato il 3/10/2005 alle 3.2 nella rubrica Regionali2000.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web