Blog: http://lucania.ilcannocchiale.it

Caso Falcone. Il Ministro Frattini riceve il padre del ragazzo detenuto in India

Roma, 22 giugno 2009

Nel primo pomeriggio di oggi, Giovanni Falcone al 20mo giorno di sciopero della fame, accompagnato dalla parlamentare radicale Elisabetta Zamparutti e dal Sindaco di Rotondella Vincenzo Francomano è stato ricevuto dal Ministro Frattini in merito alla vicenda del figlio Angelo Falcone, detenuto in India dal 9 marzo 2007 ed in attesa della sentenza di appello. Con l’iniziativa nonviolenta Giovanni Falcone ha chiesto al Governo italiano di trovare una soluzione perché sia riconosciuto, a partire dal caso del figlio Angelo, il diritto per i detenuti italiani all’estero a fare o ricevere telefonate in carcere. L’esercizio del diritto di visita, pur consentito dai regolamenti indiani e previsto da convenzioni internazionali, deve poter essere esercitato, in casi di grandi distanze come quelle di detenuti all’estero, attraverso il contatto telefonico. Nell’incontro il Ministro Frattini ha ribadito l’impegno a seguire con la massima attenzione la vicenda facendo tutti i passi necessari perché abbia un esito positivo. A fronte di tale impegno Giovanni Falcone ha deciso di sospendere temporaneamente lo sciopero della fame in segno di riconoscenza e di fiducia nell’azione del Ministro Frattini. All’azione nonviolenta di Giovanni Falcone si era unita anche la signora Livia Orrico della provincia di Piacenza che sospende anche lei lo sciopero della fame.

Pubblicato il 22/6/2009 alle 23.40 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web