Blog: http://lucania.ilcannocchiale.it

PANNELLA: RISPOSTA AI BETTINI E SORO E APPELLO FIDUCIOSO A WALTER VELTRONI

Roma, 4 marzo 2008

PANNELLA: RISPOSTA AI BETTINI E SORO E APPELLO FIDUCIOSO A WALTER VELTRONI. LE LISTE SONO “INTOCCABILI”? SI SCEGLIE ADDIRITTURA, PUBBLICAMENTE, LA POLITICA DEL “FATTO - O MISFATTO – COMPIUTO”. MI DICONO CHE I SORO E BETTINI VOGLIANO AFFERMARSI COME DECRETANTI SECONDO LA “LEGGE DEL MENGA”. È QUESTA QUELLA DEL CODICE ETICO?


Dichiarazione di Marco Pannella

Mentre Walter Veltroni dichiara: “i nove eletti radicali, ci sono!” il possente Bettini afferma che vi sono “nove radicali ELEGGIBILI”. Soro con eleganza, da par suo, dice: “gli eleggibili ci sono; se non gli basta non hanno che andarsene” e così via…
Il problema, invece, è che i nove candidati radicali sicuramente nominati “eletti” non ci sono. A noi basta che il patto intercorso, proposto da Veltroni e dal Pd e accettato dai Radicali, venga onorato. A questo punto quel che è in causa è qualcosa, per dei democratici quali noi, ripeto noi, siamo, più importante ancora dei nove eletti.
È il principio stesso dell’onorare gli impegni pubblicamente e reiteratamente assunti, fondamento stesso del gioco democratico e di uno stato di diritto. Il problema che noi poniamo è quello che ci coinvolge come democratici organizzati, moralmente anche nel Pd, a difesa del Pd stesso dei diritti dei propri iscritti, aderenti, contribuenti e candidati votanti.
In Italia si va forse ormai comprendendo che l’assunto Radicale, per il quale dove vi sia strage di legalità, lì incombe anche strage di vite, distruzione del territorio non solo morale di un Paese, sta mostrando e dimostrando la sua verità.
Per tutto questo voglio far fiducia a Walter Veltroni: state, stai commettendo errori gravi; dinanzi a questa constatazione che non puoi non fare tu stesso non è immaginabile che tu persista nel compierli mentre forza civile politica e – consentimelo – morale è invece nel riconoscerlo e nel superarlo. Noi comunque ci tuteliamo esponendoci alla “pubblica fede”. Non si sottovaluti la forza di questa scelta classicamente e fortemente nonviolenta. Spero, anzi, che tu voglia e sappia farne forza e tesoro per il tuo – e spero nostro – Partito democratico.

Pubblicato il 5/3/2008 alle 10.33 nella rubrica Salvemini/Rosselli/Rossi/Pannella.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web