.
Annunci online

 
lucania 
XX settembre
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Speciale su Tito Scalo(OLA)
Verbale Tito
I Veleni di Tito certificati
Speciale Fenice Spa
OLA: L'Ambientalismo non di regime
IL RESTO
Facebook
Bolognetti su radioradicale.it
Bolognetti su Coscioni.it
Bolognetti su "Fai Notizia"
Bolognetti su Radicali.it
Foto BubbleShare
Foto Flickr
Video su Google
Video su dailymotion
Video su YouTube
almcalabria
Raggi/Wordpress
Wikio.it
Lucanianews
NoiCittadiniLucani
Vittoria Smaldone
Ottavio Frammrtino
Diario Estemporaneo
Ecarta
Exploratores
Andrea Pikki
Lutrelli Blog
Giambattista Cervino
Flavia Amabile Blog(La Stampa)
Guido De Rosa
Sinistra Lucana
Anagrafe degli eletti Blog
Inaugurazione dell'anno giudiziario della Corte d'Appello di Potenza
Caso De Magistris, 21 ottobre
Il costo della politica
Manifestazione a sostegno del Pubblico Ministero Luigi De Magistris
Conferenza stampa\sit-in di Maurizio Bolognetti sulla "pax mastelliana"
Intervista a Maurizio Bolognetti sull'utilizzo dei fondi comunitari nella regioni Basilicata
Intervista a Maurizio Bolognetti sui 35 rinvii a giudizio in merito all'inchiesta relativa alla BPM
Insediamenti turistici nel metapontino: intervista a Maurizio Bolognetti
Piergiorgio Welby
Anagrafe pubblica degli eletti
Pannella e Kok Ksor a Potenza, 29/06/2004
Pannella e Kok Ksor a Latronico, 29/06/2004
Notiziario, 30/06/2004
Delegazione radicale visita i sassi, 30/06/2004
Pannella e Kok Ksor a Matera, 30/06/2004
Intervista RR, 27/08/07
Sit-in Lagonegro, 18/08/07
Dimissioni della giunta, 12/06/2007
Quale Alternativa?, 22/06/2007
"Caso Basilicata", 28/06/2007
Speciale "Toghe Lucane",18/06/2007
Intervista su "Toghe Lucane", 08/06/2007
Intervista su elezioni amm., 24/05/2007
Intervista su Comunità Montane, 16/05/2007
Chiu pilu pe tutti, 21/04/2007
Conferenza Stampa Eolico,23/03/2007
Veglia Welby, 13/12/2006
Comizio Cav, 28/01/2007
Egidio Sisinni, 16/10/06
Filodiretto, aprile 2006
Truffa UE, 25/8/06
Comizio Referendum, 07/05/2005
Firme False, 16/03/2005
Referendum, CF 10/9/2004
Comizio Muro L., 29/5/2004
Interviste a Latronico, 26/04/2004
Scorie Nucleari, CF 26/11/03
Comizio PZ, 1/12/03
Statuto Regionale, 4/10/03
Montagnard, 5/11/03
Maratona Oratoria, 20/6/02
Disobbedienza PZ, 25/5/02
Disobbedienza Mt, 22/2/03
OLA
FGS POTENZA
Montescaglioso.net
Astronik Blog
Nathan 2000
Rosa Piro
Giulio Laurenzi
Alfredo Di Giovampaolo
Luigi Cannella
Gianluca Bruno
Luigi Botte Blog
Vilerola
Voglio Scendere
Beha Blog
Il Senso della Misura
Fontamara
aboutblank
Daniela Condemi
Tiamotamburro
Piero Lacorazza
Bradanica
Il Rockpoeta
Polis
Paolo Uricchio
Rivivere
Il Quotidiano della Basilicata
Blutv
Basilicatanet
Basilicatanews
L'Eco di Basilicata
Gazzetta del Mezzogiorno
Nuova del Sud
Metropolisinfo
Tgr Basilicata
Approfondimenti RR: "Parlamento-casta"
Approfondimenti RR "Caste e Condor"
Rischio Vesuvio
  cerca


 



Intervento di Maurizio Bolognetti
alla Direzione Nazionale Rnp,
22 Settembre 2006
Ascolta!!! Link:
Radioradicale.it



LA DIREZIONE DI RL
CARLO GIORDANO
CARLO BOSSI
SABRINA TRIOLA

ASSOCIAZIONE RADICALI LUCANI
85043 - Latronico
radicalilucani@libero.it


“Comunque penosa sia la situazione
presente,
comunque avanzato sia
il processo
di involuzione confessionale
della nostra Repubblica,
noi, però, non disperiamo.
Sulla storia dell’umanità non cala mai
il sipario,
ed attori del dramma siamo noi,
con la nostra volontà e i nostri ideali.”
Ernesto Rossi (Il Ponte 1959)


“L’idea di libertà è una creazione
di ogni spirito;
imperdonabile errore è considerare
la libertà sotto un profilo storicistico,
strumentale ed utilitaristico.
La libertà è un valore
eterno ed assoluto.”


Carlo Rosselli (Scritti Dell'Esilio)



"La nostra missione è quella di tener
duro quando tutti cedono;
di alzare la fiaccola dell'ideale nella
notte che circonda; di anticipare
con l'intelligenza
e l'azione l'immancabile futuro."

Carlo Rosselli (Scritti dell'Esilio)


"La Libertà significa
il diritto di essere eretici,
non conformisti di fronte
alla cultura ufficiale
e che la cultura, in quanto
cretività sconvolge
la tradizione ufficiale"







 

Diario | Pannella_Kok Ksor | Radicali Lucani | Antiproibizionismo | Lucania Radicale | Salvemini/Rosselli/Rossi/Pannella | Rassegna Stampa/Comunicati | Archivio Storico e Varie | Regionali2000 |
 
Radicali Lucani
1visite.

27 gennaio 2013

Intervento di Maurizio Bolognetti a Radio Senise Centrale(25/01/2013)




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 27/1/2013 alle 20:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

3 ottobre 2012

TG NORBA, 1 ottobre 2012 - Intervista a M.Bolognetti


TG NORBA, 1 ottobre 2012 - Intervista a M... di maurizio64




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 3/10/2012 alle 20:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

28 agosto 2012

Bolognetti vs Papaleo - Vignetta di Franca Iannuzzi(da Eco di Basilicata)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bolognetti Papaleo Eni

permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 28/8/2012 alle 21:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 ottobre 2011

Intervista a Maurizio Bolognetti sul caso Fenice(a cura di Paolo Martini)




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 27/10/2011 alle 14:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 dicembre 2008

Un silenzio carico di tensione

Matera, 16 dicembre 2008
 
di Nicola Piccenna(caporedattore del settimanale Il Resto)

Un silenzio carico di tensione accompagna la tornata di misure cautelari assunte dal Gip di Potenza, Rocco Pavese, su richiesta del PM John Henry Woodcock.
Un caso senza precedenti, infatti eravamo abituati ai commenti in tempo reale, orientati a manifestare solidarietà agli indagati e profondere improperi di varia foggia e natura contro i magistrati procedenti. Qualcosa si è rotto sul fronte degli strenui detrattori di Woodcock e dei vari magistrati (De Magistris, Forleo,...) che assumevano decisioni "sfavorevoli" alla casta. Adesso prima di parlare aspettano! Sarà l'effetto dell'informazione che timidamente ha ripreso a fare il proprio mestiere? Sarà che non si sentono di commentare un provvedimento che potrebbe essere conosciuto in poche ore dalla stragrande maggioranza degli italiani? Forse è proprio l'effetto Salerno-Catanzaro. Il fatto che dopo le aspre critiche mosse da Nicola Mancino (Vice Pres. del CSM), da Giorgio Napolitano (Pres. del CSM e Pres. della Repubblica Italiana) da Ugo Bergamo (Pres. Prima Commissione CSM), da Enzo Jannelli (Proc. Gen. a Catanzaro, indagato da Salerno), da Luca Palamara (Pres. ANM) all'operato dei magistrati di Salerno, la conoscenza diretta del documento "incriminato" ha svelato che i detrattori erano (certamente in buona fede, s'intende) schierati su posizioni assolutamente illegittime se non proprio illegali. Bene, apprezziamo il progresso che s'avanza e Vi invitiamo a consultare il decreto con cui il GIP ha disposto gli arresti per le presunte tangenti della TOTAL sullo sfruttamento del giacimento petrolifero lucano di "Tempa Rossa". Fra qualche ora su http://www.toghelucane.blogspot.com, su http://www.ilresto.info e su http://blog.ilresto.info




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 16/12/2008 alle 16:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 dicembre 2008

Speciale Giustizia: Intervista di Scandura a Carlo Vulpio su caso De Magistris

 
Ascolta su Fai Notizia





permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 13/12/2008 alle 9:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 dicembre 2008

SOGGETTI SOLO ALLA LEGGE(Firma la petzione)

da toghelucaneblogspot

Di Nicola Piccenna, 7 dicembre 2008


Credono di scampare al controllo totale del potere politico dimostrando che si sanno controllare da soli. Quando dicono "controllare", intendono fare ciò che il potere politico (di loggia) desidera che facciano. E' come se un imputato esentasse i giudici dal giudicarlo comminandosi da solo il massimo della pena. Una sorta di suicidio giudiziario. Anzi meglio, la rivendicazione del diritto all'eutanasia giudiziaria. Poveri magistrati! Sarei curioso di conoscere quanti di loro sono iscritti all'ANM e cosa aspettano a creare una libera associazione alternativa, quelli che non lo sono (e quelli che, non potendo non vergognarsi di esserlo, si dimetteranno come fece Luigi de Magistris un anno fa). Il Sen. Antonio Di Pietro sbaglia a commentare le proposte di trasferimento (di Iannelli e Apicella) come se fossero decisioni già assunte. Per adesso non c'è stato alcun trasferimento, bensì una semplice proposta sulla quale il Plenum dovrà esprimersi e votare. Farebbe bene (Di Pietro) e farebbero bene i magistrati della costituenda nuova associazione di magistrati (che suggerirei di chiamare: "Soggetti solo alla Legge") a manifestare fermamente ed apertamente il loro pensiero. E' indispensabile che la "gente comune", sballottata fra questioni tecniche di cui non comprende l'esatta portata, sia messa in grado di avere le idee chiare e possa prendere una posizione anch'essa. Piagnucolare sulle ingiuste e servili decisioni del CSM e rivendicare la capacità di autoflagellarsi non serve a nulla, se non a confermarsi nell'idea che i poteri forti sono troppo forti. Tanto da essere al di sopra della Legge.

Firma la petizione (riservata ai magistrati) per la costituzione di una associazione di magistrati indipendenti (la libertà di associazione è un principio garantito dalla Costituzione). Vediamo chi esce allo scoperto e chi preferisce tenersi tutto dentro (magari alzando la voce con i lavavetri o commentando dal barbiere).




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 7/12/2008 alle 14:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

22 ottobre 2008

La relazione del dr. Giuseppe Chieco(Procuratore capo di Matera) al dr. Vincenzo Tufano(Procuratore Generale presso la corte d'appello di Potenza)



Approfondimenti su Fai Notizia




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 22/10/2008 alle 9:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 settembre 2008

QUESTURA DI MATERA: DIVISIONE INVESTIGAZIONI GENERALI E OPERAZIONI SPECIALI


 LEGGI IL DOCUMENTO SU GMAIL


LA CONFERENZA STAMPA AGOSTO 2007

P.S.

Chi volesse copia integrale del fascicolo può farne richiesta a m.bolognetti@alice.it  




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 30/9/2008 alle 0:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

28 aprile 2008

Tgr Basilicata, 28 aprile 2008(ore 19.30): Su interrogazione Pannella - Cappato




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 28/4/2008 alle 21:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 aprile 2008

Messaggio aperto per Silvio da Marco: “se tu fossi di parola, ti intercetterei subito. Sarebbe oltre che il bene dell’Italia, probabilmente anche il tuo”

Roma, 2 aprile 2008

Caro Silvio, se tu dicessi - per una volta in questo periodo- sul serio, se davvero in tal modo abbandoneresti l’Italia ove fossi intercettato, ti assicuro che ti intercetterei subito io. E non escluderei che questo, oltre al bene del paese, potrebbe rappresentare anche il tuo. E ne sarei felice. Se, inoltre, dici sul serio che di fatto uno dei tuoi atti di governo sarebbe quello di impedire alla magistratura di svolgere il proprio lavoro istruttorio-investigativo (tranne che in casi di terrorismo e mafia), il tuo sarebbe semplicemente un atto fascista, sfascista e di stampo sovietico o del tuo amico sodale Putin. E, in questo caso, sarai irrimediabilmente su una china senza fondo, tu – liberale da sempre- osi dire senza timore ormai per il ridicolo.

Ciao tuo Marco Pannella




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 2/4/2008 alle 22:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

31 marzo 2008

SOLIDARIETA’ A BOLOGNETTI E LEPORACE

Bernalda, 31 marzo 2008

Il Comitato “Cittadini Attivi” di Bernalda e Metaponto esprime piena solidarietà per Maurizio Bolognetti, Segretario dei Radicali Lucani, e per Paride Leporace, Direttore de “Il Quotidiano di Basilicata”, indagati dalla Procura di Cosenza per accuse di presunta diffamazione e per omesso controllo della pubblicazione di notizie ritenute diffamatorie.
I Cittadini Attivi di Bernalda e Metaponto, convinti della onestà e della eccezionale professionalità di questi amici servitori della pubblica informazione, auspicano la felice conclusione della inquietante vicenda, mentre rimarcano il forte sostegno alla loro dignitosa e meritevole azione di ricerca della Verità e della Giustizia a tutto campo, ossia nel mondo civile e in quello istituzionale.

Il Comitato “Cittadini Attivi”
di Bernalda e Metaponto
 
www.cittadiniattivibernalda.it  
e-mail coordinamento direttivo:
forcillotoni@alice.it  




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 31/3/2008 alle 22:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

30 marzo 2008

SOLIDARIETA' PER BOLOGNETTI E LEPORACE!


 dal Blog Nathan 2000




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 30/3/2008 alle 21:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

19 gennaio 2008

Anagrafe pubblica della attività degli eletti: Segnalo la sponsorizzazione del settimanale Il Resto e il banner su montescaglioso.net)

Segnalo la sponsorizzazione del settimanale Il Resto
(Grazie a Nicola Piccenna e Nino Grilli) e il banner presente su www.montescaglioso.net


Il Network che sostiene la campagna
 

www.lucania.ilcannocchiale.it

www.astronik.ilcannocchiale.it

www.olambientalista.it 

http://beppegrillo.meetup.com/171

www.plazaroja.splinder.com/  

www.radiopalomar.it  

www.vilerola.blogspot.com   

www.iltratto.splinder.com   

http://vivi-potenza.ilcannocchiale.it/   

http://frontedellosdegno.ilcannocchiale.it/ 

www.pietrodommarco.it

www.labcommunity.blogspot.com

www.artarie.ilcannocchiale.it 

http://sirdrake.splinder.com

http://diario_estemporaneo.ilcannocchiale.it

http://nathan2000.ilcannocchiale.it/

http://www.lucianopetrullo.it/dblog/

http://www.scanna.splinder.com/

http://libertari.blog.tiscali.it/

http://sdcastelluccio.splinder.com/

http://vivapotenza.blogspot.com

www.liberamenteblog.wordpress.com

NoiCittadiniLucani

Associazione Bali

Disarmando

http://fort.ilcannocchiale.it/

http://laconoscenzarendeliberi.splinder.com/

www.ilresto.net

www.akbasilicata.it 
 
www.montescaglioso.net 

 
www.fgspotenza.splinder.it  

www.assointerlucana.org

INFO: www.firmiamo.it/siallanagrafepubblicadeglieletti

La Notizia su Radicali.it 

La Notizia su
Basilicatanews




il Pezzo di Astronik su Controsenso

Lo spazio sul meetup Grillo Potenza

Se ne parla anche Qui 




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 19/1/2008 alle 14:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (44) | Versione per la stampa

10 gennaio 2008

Riforme!? Anagrafe pubblica delle attività degli eletti

Dichiarazione di Maurizio Bolognetti, segretario Radicali Lucani

La maggioranza di centrosinistra, che malgoverna la Basilicata da lustri, torna a parlare di riforme in concomitanza con una nuova scottante inchiesta del PM Woodcock. Singolarmente nell’elenco delle cose da tempo annunciate, e mai realizzate, non figura la creazione di una anagrafe pubblica delle attività degli eletti. Anche alla luce delle conversazioni telefoniche intercettate dai Carabinieri, possiamo comprendere che al ceto dirigente lucano non faccia piacere rendere realmente trasparenti le attività istituzionali e consentire a tutti noi di conoscere le situazioni patrimoniali di tutti coloro che ricoprono incarichi pubblici.
Gioverà ricordare che l’otto settembre 2007 abbiamo nuovamente sollecitato sulla questione il Presidente Vito De Filippo, che, manco a dirlo, ha accuratamente evitato di risponderci.
L’unica risposta è pervenuta da uno dei suoi più stretti collaboratori, il Dr. Peppino Capoluongo, che ebbe a definire D-E-M-A-G-O-G-I-C-A la nostra proposta di istituzione di una anagrafe pubblica delle attività degli eletti (Sigh!!!).
Cosa ci fosse di demagogico nel chiedere maggiore trasparenza e nel rivendicare il diritto alla conoscenza, il dr. Capolungo non seppe spiegarcelo. Probabilmente era troppo occupato a discutere di ASL e di altre serie faccende che costituiscono il pane quotidiano dei partitocrati lucani e dei loro famigli, assistiti e clienti.
In ogni caso, pur senza speranza alcuna, torniamo a ricordare al Presidente De Filippo e al Segretario regionale del PD Lacorazza che da subito è possibile realizzare una riforma vera, ispirata all’einauidiano “conoscere per deliberare”. Torniamo a proporre la creazione di un portale regionale delle attività degli eletti e nel farlo torniamo a rendere pubblica la lettera indirizzata al Presidente De Filippo, l’otto settembre 2007, firmata dal sottoscritto e da Marco Cappato.
Spero che qualche anima pia voglia pubblicarla integralmente, aiutandoci a far crescere una campagna mai decollata per la creazione di una anagrafe pubblica delle attività degli eletti.

Roma - Potenza, 8 settembre 2007
• Marco Cappato (Deputato radicale al Parlamento Europeo) e Maurizio Bolognetti (Segretario di Radicali Lucani)

Alla cortese attenzione del Sig. Vito De Filippo
Presidente della Regione Basilicata
Via Anzio Pal. A
Potenza 85100


Caro Presidente,

come Radicali abbiamo da sempre posto la questione della pubblicità della vita istituzionale, dell'einaudiano "conoscere per deliberare" applicato in particolare alla responsabilità di chi è chiamato a rappresentare un territorio e i suoi abitanti.

Oggi, grazie alla rivoluzione digitale e a Internet, è tecnicamente possibile recuperare anche quel rapporto diretto tra eletti ed elettori che i mezzi di comunicazione di massa hanno in parte pregiudicato, a vantaggio spesso di una politica opaca o di facciata. Per questo, riteniamo sia divenuto urgente, per riconquistare la qualità stessa del momento democratico, realizzare la messa in rete di tutti gli atti e le attività istituzionali pubbliche, l’istituzione dell’albo pretorio telematico, l’istituzione di un’anagrafe pubblica delle attività degli eletti. Riteniamo che a tutti i livelli istituzionali occorra garantire ai cittadini la possibilità di poter conoscere con facilità non soltanto l’attività svolta dai vari enti, ma anche quei dati inerenti all’attività degli eletti che possano consentire ai cittadini di assumere a ragion veduta scelte e decisioni difficili, basate necessariamente anche sulla fiducia e sulla valutazione della credibilità personale di candidati e politici.

Occorre lavorare per rendere disponibili, di facile accesso e consultazione, atti e informazioni che, pur essendo a volte pubblicati, molto spesso sono introvabili, o di non facile reperibilità sui siti delle nostre istituzioni. Occorre rendere disponibili, scaricabili e di facile consultazione dati e informazioni che oggi non sono presenti né su Basilicatanet.it, né sui siti di Comuni e Province. Occorre lavorare per dare ad ognuno la possibilità di conoscere l’operato di ogni singolo consigliere e assessore regionale, comunale, provinciale, dei sindaci, e di tutti coloro che esercitano un’attività pubblica.
La nostra proposta è che un lavoro urgente per la trasparenza e diritto alla conoscenza - che potrebbero tradursi in un portale regionale delle attività degli eletti nelle varie istituzioni lucane (Regione, Comuni, Province) - faccia della Basilicata la regione guida per il resto del Paese.

Caro Vito, magari sul tema si potrebbe organizzare un convegno da te presieduto con la partecipazione dei massimi rappresentanti degli Enti lucani, e in quella sede si potrebbe lanciare l’idea dell’“Anagrafe regionale delle attività degli eletti”.

Intanto, da subito, la Regione potrebbe adottare una bozza di delibera della quale, come d'accordo, alleghiamo il dispositivo che riteniamo necessario.

In attesa di una tua risposta, cogliamo l’occasione per porgerti i nostri migliori auguri di buon lavoro. La Basilicata e l’intero Mezzogiorno hanno bisogno di uomini di buona volontà, che sappiano nutrire con la loro azione la parola democrazia.

Marco Cappato
Maurizio Bolognetti

Dispositivo per una proposta di Delibera Regionale
Il sito della Regione Basilicata, oltre a tutte le informazioni già previste, dovrà pubblicare:
Composizione del Consiglio Regionale, con quadro settimanale delle presenze e comportamento di voto degli eletti in aula e commissioni
Bilancio del la Regione, comprensivo di tutti gli allegati e, in particolare, l’elenco delle ditte fornitrici e delle consulenze
Archivio delle delibere approvate, suddivise per anno, argomento, presentatore, iter; le delibere devono poter essere rintracciate sia con la ricerca avanzata, sia con la ricerca libera nel testo. Ciascuna delibera deve essere inserita sul sito entro due giorni dalla sua approvazione
Archivio altri atti della Regione approvati o, per interrogazioni e interpellanze, con iter concluso: mozioni, ordini del giorno, presentatore, iter; tutti gli atti devono poter essere rintracciati sia con la ricerca avanzata, sia con la ricerca libera nel testo. Ciascun atto deve essere inserito sul sito entro due giorni dalla sua approvazione
Bandi ed esiti di gara
Elenco delle proprietà immobiliari della Regione e loro destinazione d’uso
Aziende partecipate, con elenco organi sociali e retribuzioni dei facenti parte degli organi medesimi; di ognuno dovranno essere riportati precedenti incarichi istituzionali ricoperti.
Enti regionali e Sub-regionali, con elenco responsabili e loro retribuzioni
Di ciascun eletto al Consiglio Regionale dovranno essere pubblicati i seguenti dati:
- Nome e cognome, luogo e data di nascita
- Il numero di codice fiscale, dato identificativo al fine di disporre di un’anagrafe degli eletti e, di ciascuno, gli incarichi elettivi ricoperti nel tempo
- lo stipendio, i rimborsi, e/o i gettoni di presenza percepiti a qualsiasi titolo dalla Regione
- Dichiarazione dei redditi e degli interessi finanziari relativi all’anno precedente l’assunzione dell’incarico, degli anni in cui ricopre l’incarico e dell’anno successivo
- Dichiarazione da parte dell’eletto dei finanziamenti ricevuti e/o dei doni, benefici o altro assimilabile
- Registro delle spese, comprensive delle spese per lo staff, spese per l’ufficio, spese per i viaggi sia dell’eletto che dello staff, spese telefoniche e dotazione informatica, spese varie
- Atti presentati con iter fino alla conclusione
- Il quadro delle presenze ai lavori dell’istituzione di cui fa parte e i voti espressi sugli atti adottati dalla stessa
Del Presidente e di ciascuno membro di giunta devono essere pubblicati i seguenti dati:
- Nome e cognome, luogo e data di nascita
- Il numero di codice fiscale, dato identificativo al fine di disporre di un’anagrafe degli eletti e, di ciascuno, gli incarichi elettivi ricoperti nel tempo
- lo stipendio, i rimborsi, e/o i gettoni di presenza percepiti a qualsiasi titolo dalla Regione
- Dichiarazione dei redditi e degli interessi finanziari relativi all’anno precedente l’assunzione dell’incarico, degli anni in cui ricopre l’incarico e dell’anno successivo
- Dichiarazione da parte del Presidente e di ciascun membro di giunta dei finanziamenti ricevuti e/o dei doni, benefici o altro assimilabile
- Registro delle spese comprensive delle spese per lo staff, spese per gli uffici, spese per i viaggi comprensive di quelle dello staff, spese telefoniche e dotazione informatica, spese varie
tutti i dati di cui sopra debbono essere accessibili e in un formato standard aperto (XML)

L'iniziativa radicale dell'anagrafe degli eletti




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 10/1/2008 alle 11:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa

10 ottobre 2007

Bruno Vespa in Iannini: professione maggiordomo del regime(Parte III)

 Leggi, Commenta, Vota 
su "Fai Notizia"




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 10/10/2007 alle 15:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 ottobre 2007

Trasferimento Pm, i Radicali: "De Magistris continui le sue inchieste"

 




permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 2/10/2007 alle 11:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 giugno 2007

Turismo religioso e Comunità Montane

Da radicali.it, 6 Giugno 2007
Dichiarazione di Maurizio Bolognetti, Segretario Radicali Lucani

Mentre l’Italia politica s’interroga sulle Comunità Montane; mentre alcuni scellerati ne invocano addirittura l’abolizione, gli straordinari amministratori della Comunità Montana “Alto Basento”, non sapendo più a che santo votarsi, si sono rivolti direttamente alla Madonna del Carmine.

Geniale!!! Chi, se non gli esponenti di una classe politica che ha fatto della clientela un’arte sublime, poteva comprendere l’importanza di una raccomandazione proveniente direttamente dall’alto dei cieli?

Naturalmente, per favorire l’intercessione, presidente, assessori e consiglieri della Comunità Montana “Alto Basento” si sono ingegnati per offrire un’adeguata contropartita.

“Turismo religioso”, ecco la parolina magica, magari non aprirà le porte del paradiso, ma di certo farà guadagnare qualche buona entratura presso la Curia Lucana.

“E’ più facile che un cammello passi attraverso la cruna di un ago, che un assessore o un presidente delle C.M. lucane rinunci alla dorata poltroncina”… Chi l’ha detto che le Comunità Montane sono inutili?!!! La Comunità Montana lucana “Alto Basento”, con il suo ambizioso progetto finalizzato alla valorizzazione del culto mariano, con il suo impegno volto a rilanciare il culto della Madonna del Carmine, è sicuramente utilissima. Ma dove li trovi amministratori così…così…così…devoti?!

Nella fattispecie del turismo religioso potrebbero rientrare anche i continui scambi e incontri tra la Cei di Monsignor Superbo e i palazzi del potere clientelar-burocratico-oligarchico-partitoctratico lucano. Che lor signori abbiano finanziato con qualche Por milionario(altro che gratta e vinci) anche un corso di formazione per baciapile? Magari chiederemo all’Unione Europea e al sottosegretario Filippo Bubbico.

Un forte impegno sul fronte del turismo religioso e qualche migliaio di assunzioni di “motivati” forestali, ecco quello che ci vuole per rilanciare le Comunità Montane.

Provo una certa invidia quando sento il compagno frusinate Segneri parlare di “costituente socialista per la Rosa nel Pugno”. Ahimé, qui in Basilicata, invece, prosegue la “Costituente nazional-popolar-clericale.” Avrei voluto chiedere al compagno Schietroma, che pure è stato in Basilicata qualche giorno fa, come mai i compagni lucani Salvatore e Valluzzi non l’abbiano portato in pellegrinaggio presso la Madonna del Pollino. Tra l’altro, mi tocca segnalare al segretario regionale dello Sdi, sindaco di Castelmezzano e assessore della Comunità Montana “Alto Basento”, che sul sito di quest’ultimo ente egli figura in quota Nuovo P.S.

Escludendo che l’ottimo segretario/assessore/sindaco(Che s'adda fa' pè campà) sia diventato anche un agente di pubblica sicurezza, propendo per un errore di battitura. Grazie Dio, per averci regalato uomini pii come l’Assessore Donato Salvatore(Sdi) e il consigliore regionale Vincenzo Folino(DS). Grazie per questa sinistra baciapile. Grazie per il manganello e l’aspersorio clericale e di regime. Lor signori sì che sanno come gira il mondo. Noialtri, intanto, ci sentiamo sempre più come cammelli in una grondaia.

 

Da Basilicatanet, 4 Giugno 2007

(RI) AVIGLIANO, MERCOLEDI’ 6 PRESENTAZIONE PROGETTO SANTUARIO MADONNA DEL CARMINE

Il Santuario della Madonna del Carmine è al centro di un progetto di valorizzazione, a cura della Comunità Montana Alto Basento, all’interno del quale sono previste azioni in grado di qualificare questi luoghi, di incrementare l’offerta turistica e di essere potenziali motori di sviluppo socio-economico. Il progetto verrà illustrato mercoledì 6 giugno alle 17.30 nel corso di un incontro pubblico presso il Salone Ostello Monte Carmine ad Avigliano. All’incontro parteciperanno: Agostino Superbo, Vescovo Metropolita di Potenza, Marsico e Muro Lucano; Domenico Tripaldi, sindaco di Avigliano; Gerardo Ferretti, presidente Comunità Montana Alto Basento. Interverranno inoltre: don Giovanni Di Carlo, parroco di Avigliano; Valeria Verrastro, Archivio di Stato di Potenza; Vincenzo Folino, consigliere regionale. Le conclusioni saranno tenute da Donato Salvatore, assessore alle Attività Produttive della Regione Basilicata. A pochi chilometri da Avigliano sorge il Santuario della Madonna del Carmine, situato sul monte omonimo. La chiesa edificata nel XIX secolo ha il compito di custodire la Madonna degli Angeli la cui venerazione è praticata sin dalla nascita della comunità. Il Santuario è noto soprattutto per la celebre festività religiosa che vi si tiene il 15 e 16 luglio. (Bas 05)




permalink | inviato da il 6/6/2007 alle 19:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

2 settembre 2006

Archivio RL:TG1 "Scanzano, 28 Novembre 2003"(Intervista al segretario di Radicali Lucani)






permalink | inviato da il 2/9/2006 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 aprile 2006

Direzione della Rosa nel Pugno: nasce la nuova Rosa

da radicali.it, 20 aprile 2006

Dopo le elezioni, subito il nuovo soggetto politico. Entrano nella Segreteria Biagio de Giovanni e Lanfranco Turci. L’impegno alle amministrative.

Roma, 20 aprile 2006

La Direzione nazionale della Rosa nel Pugno, riunita a Roma il 19 e il 20 aprile 2006:

1. Ringrazia il milione di elettrici e di elettori che hanno scelto di sostenere con il proprio voto e la propria fiducia il progetto "Blair-Fortuna-Zapatero" della Rosa nel Pugno laica, socialista, liberale e radicale.

2. Accoglie, fa propria e rilancia la proposta della Segreteria, confortata e sostenuta da intellettuali, personalità, rappresentanti del mondo della scienza e della cultura, di aprire una vera e propria fase costituente, che porti alla nascita di un vero e proprio soggetto politico. La Rosa nel Pugno non è stata e non è solo una lista elettorale: si apre ora, e la Segreteria riceve il mandato a definirne entro il 30 giugno tappe e scadenze, la costruzione di un partito laico, liberale, socialista e radicale.

3. La Direzione denuncia l’aggressione contro i diritti civili e politici dei cittadini realizzata ai danni degli elettori italiani attraverso il tentativo di escludere gli eletti della Rosa nel Pugno dal Senato, e si impegna a mettere in atto ogni forma di lotta istituzionale e politica per ottenere il ripristino della legalità, facendone punto qualificante anche del dialogo in corso con l’Unione e i suoi vertici, finora del tutto omissivi se non conniventi.

4. La Rosa nel Pugno pone all'Unione e ai suoi vertici l'esigenza di superare una lunga fase di ostilità, ostracismo, non comunicazione. La Rosa nel Pugno è stata decisiva per l'alternanza e il successo elettorale della coalizione; è impegnata per un governo forte e sicuro guidato da Romano Prodi; ma giudica inconcepibile che, sin dalla sua nascita, la Rosa nel Pugno sia stata vissuta come un'insidia, e non -invece- come un'opportunità di rinnovamento della sinistra, sia sui diritti civili che sull'innovazione economica e sociale. E per queste stesse ragioni la Rosa nel Pugno intende partecipare al dibattito e alla discussione sul futuro Partito Democratico da costruire.

5. La Direzione sostiene la proposta della Segreteria di deliberare la presentazione di liste della Rosa nel Pugno alle prossime elezioni amministrative del 28 maggio (con il sostegno a Rita Borsellino e all'esperienza dell'Aquilone in Sicilia), con identico simbolo presentato alle elezioni politiche. Contestualmente, in vista di questo appuntamento, dà mandato alla Segreteria di definire regole che affermino la reciproca autonomia tra eletti nelle istituzioni comunali, provinciali e ragionali da una parte, e responsabilità locali del partito dall'altra. In particolare, è sin d'ora stabilito che i gruppi consiliari non conterranno la denominazione "Rosa nel Pugno", ma acquisiranno altra denominazione autonomamente stabilita. E' infatti necessario e urgente non solo per la Rosa nel Pugno, ma per l'intera politica italiana, riaprire il dibattito sulla "forma partito", e compiere un passo che ci distingua da un crescente processo di "assorbimento" istituzionale dei soggetti politici, e di progressiva negazione del loro specifico apporto di elaborazione e lotta politico-sociale. La Direzione accoglie l’impegno di ciascuno dei soggetti costituenti della Rosa nel Pugno e della Segreteria in quanto tale ad escludere ogni forma di sostegno a qualsiasi lista elettorale presentata sotto altro simbolo.

6. La Direzione chiede agli eletti della Rosa nel Pugno di presentare subito al nuovo Parlamento una proposta di legge per una amnistia ampia quale primo atto di una Grande Riforma della Giustizia perché ritorni nei binari della legalità e che servirà innanzitutto ai magistrati perché liberati dai reati più lievi destinati a cadere in prescrizione possano proficuamente impegnarsi a processare quelli gravi, garantendo i diritti e la sicurezza dei cittadini rispetto alla macro e alla microcriminalità. Chiede altresì di presentare una proposta di indulto di almeno due anni che consenta il rientro nella legalità e nella decenza del nostro carcere, sgravando il suo carico umano di sofferenza che opprime non solo i detenuti, ma anche il personale amministrativo e di custodia.

7. La Direzione accoglie la designazione di Lanfranco Turci e Biagio De Giovanni a membri della Segreteria della Rosa nel Pugno.

8. La Direzione accoglie il proprio ampliamento a:

 

  • Salvatore Abbruzzese
  • Michele Ainis
  • Antonio Bacchi
  • Peppino Balia
  • Marco Bellocchio
  • Alberto Benzoni
  • Paolo Berardinelli
  • Maurizio Bolognetti
  • Felice Borgoglio
  • Salvatore Buglio
  • Luciano Cafagna
  • Laura Castelletti
  • Emilio Casula
  • Rita Cinti Luciani
  • Pieraldo Ciucchi
  • Federico Coen
  • Fausto Corace
  • Gilberto Corbellini
  • Giulio Cossu
  • Biagio De Giovanni
  • Stefano Disegni
  • Maria Antonietta Farina
  • Anna Pia Ferraretti
  • Antonino Forabosco
  • Sergio Fumagalli
  • Filomena Gallo
  • Toni Garrani
  • Raffaele Gentile
  • Onofrio Introna
  • Antonio Landolfi
  • Pino Marango
  • Stefano Marchiafava
  • Ignazio Marcozzi Rozzi
  • Bruno Mellano
  • Maurizio Mian
  • Corrado Oppedisano
  • Andrea Parini
  • Oreste Pastorelli
  • Mario Patrono
  • Emanuele Pecheux
  • Luciano Pellicani
  • Donatella Poretti
  • Lamberto Quarta
  • Lidio Rocchi
  • Carla Rossi
  • Sergio Rovasio
  • Gianfranco Schietroma
  • Romano Scozzafava
  • Leo Solari
  • Gianfranco Spadaccia
  • Mario Staderini
  • Fabrizio Starace
  • Maria Gigliola Toniollo
  • Oliviero Toscani
  • Lanfranco Turci
  • Nicola Valluzzi

 

Prima dell’integrazione, la Segreteria era formata da:

 

Emma Bonino, Enrico Boselli, Daniele Capezzone, Marco Cappato, Ugo Intini, Cesare Marini, Marco Pannella, Roberto Villetti

 

 

Prima dell’integrazione, la Direzione Nazionale era formata da:

 

  • Giuseppe Albertini
  • Salvo Andò
  • Cecilia Angioletti
  • Rapisardo Antinucci
  • Angiolo Bandinelli
  • Marco Beltrandi
  • Rocco Berardo
  • Rita Bernardini
  • Roberto Biscardini
  • Enrico Buemi
  • Werther Casali
  • Tommaso Casillo
  • Enzo Ceremigna
  • Paolo Chiarelli
  • Giovanni Crema
  • Sergio D’Elia
  • Michele De Lucia
  • Gianfranco Dell’Alba
  • Ottaviano Del Turco
  • Lello Di Gioia
  • Sabrina Gasparrini
  • Ada Girolamini
  • Franco Grotto
  • Gerardo Labellarte
  • Pia Elda Locatelli
  • Giacomo Mancini
  • Maria Rosaria Manieri
  • Matteo Mecacci
  • Tiziana Medici
  • Riccardo Nencini
  • Nerio Nesi
  • Giorgio Pagano
  • Domenico Pappaterra
  • Mirella Parachini
  • Marco Perduca
  • Angelo Piazza
  • Gianluca Quadrana
  • Giuseppe Rossodivita
  • Claudio Signorile
  • Sergio Stanzani
  • Maurizio Turco
  • Valter Vecellio
  • Silvio Viale
  • Elisabetta Zamparutti




permalink | inviato da il 20/4/2006 alle 23:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

7 ottobre 2005

RADICALI LUCANI...ISCRIVITI, SOSTIENICI, COLLABORA

RADICALI LUCANI:ASSOCIAZIONE POLITICA LIBERALE, LIBERISTA, LIBERTARIA


15 settembre 2002

 

Dopo la lunga fase di preparazione, durata quasi due mesi, si è costituita l'associazione politica "Radicali Lucani", aderente a Radicali Italiani.
Eletto alla carica di Segretario Maurizio Bolognetti, membro del Comitato Nazionale di Radicali Italiani.
Eletto alla carica di Presidente Pasquale Mario Colella.
Nominati membri della Direzione Michele Latorraca, Agostino Dipierri, Paolo Castelluccio, Maria Antonietta Ciminelli.

LO STATUTO

LA DIREZIONE

IL SEGRETARIO

LE QUOTE ASSOCIATIVE

LE NEWS

I COMUNICATI




SERVIZIO TGR 23 SETTEMBRE 2002

RENATO CANTORE INTERVISTA MAURIZIO BOLOGNETTI

"COSTITUZIONE RADICALI LUCANI"




Grazia Napoli


Renato Cantore e Maurizio Bolognetti


Illustro le Iniziative dell'Associazione




Parliamo di Statuto e Partitocrazia


Si ad Una Riforma Anglosassone

 

MOZIONE APPROVATA ALL’UNANIMITA’ DALLA DIREZIONE DI "RADICALI LUCANI"


6 gennaio 2003

 

L’Associazione ringrazia e rivolge un affettuoso saluto al pluripregiudicato e “latitante” Presidente del PRT, Marco Pannella, per l’esempio di lotta e le energie spese in quasi sessanta anni di militanza politica.
L’Associazione ringrazia la Presidente di Radicali Italiani, Rita Bernardini, per le lotte antiproibizioniste e il quotidiano e ininterrotto impegno profuso nelle battaglie radicali.
L’associazione ringrazia “Il Maratoneta” Luca Coscioni per aver regalato al movimento la sua determinazione e voglia di lottare.
L’associazione ringrazia il Segretario di Radicali Italiani, Daniele Capezzone, per aver tenuto la rotta in un momento particolarmente difficile, consentendo un pieno d’iniziative che è sotto gli occhi di tutti.
L’associazione ringrazia l’europarlamentare Marco Cappato per la raccomandazione presentata in sede di Parlamento Europeo - firmata da 108 deputati, tra cui l’europarlamentare lucano Gianni Pittella – nella quale si chiede un’azione forte per la messa in discussione delle convenzioni ONU sulle droghe.
L’Associazione “Radicali Lucani”, compatibilmente alle risorse umane e finanziarie, stabilisce di rilanciare, con ancora maggior forza, il progetto radicale per una rivoluzione Liberale, Liberista, Libertaria, progetto ben rappresentato dagli innumerevoli quesiti referendari di cui il movimento si è fatto promotore e dalle 25 proposte di legge di iniziativa popolare.
La riforma americana delle istituzioni, della giustizia, dell’economia, la lotta antiproibizionista per la legalizzazione delle droghe e l’abbattimento di antiscientifici tabù, la battaglia di Luca Coscioni per la libertà di ricerca e per l’utilizzo delle cellule staminali embrionali, il rilancio delle iniziative del PRT, sono i fronti su cui sarà imperniata l’azione dell’Associazione.
L’Associazione stabilisce di organizzare, in tempi brevi, un dibattito sulle proposte radicali in materia di riforma dell’ordinamento giudiziario.
L’Associazione s’impegna ad organizzare un dibattito per la presentazione del libro di Luca Coscioni: “Il Maratoneta”.
L’Associazione, viste le innumerevoli declamazioni da “war on drugs” fatte in Basilicata e la preoccupante recrudescenza del regime proibizionista, che sta portando nelle patrie galere numerosi consumatori o persone vittime degli infernali meccanismi determinati dalla proibizione, stabilisce di dar vita, puntando sulla collaborazione della Presidente di Radicali Italiani, Rita Bernardini, a una nuova azione di disobbedienza civile.
L’Associazione stabilisce di lanciare una campagna di raccolta firme in calce alla “Raccomandazione Cappato”.
L’Associazione, preso atto delle proposte controriformiste che stanno emergendo in seno alla commissione statuto lucana, che mirano a un ritorno a forme oscene di proporzionalismo ed a ridimensionare i poteri del Governatore, mettendone financhè in discussione l’elezione diretta, verificherà nelle prossime settimane quanto il cosiddetto “Bozzone Tecnico” è condiviso dalle forze politiche regionali.
L’Associazione chiederà un incontro al presidente della Commissione Statuto, Agatino Mancusi, per discutere della presenza all’interno del nuovo statuto di adeguati ed accessibili strumenti di democrazia diretta, ma soprattutto per proporre una riforma del sistema elettorale e della forma di Governo di stampo anglosassone.

L’Associazione, considerando la grave crisi idrica connessa all’eccezionale siccità, si attiverà ancora una volta per sollecitare l’ente regione a:

a) completare la tratta che consentirebbe di collegare il Sarmento alla diga di Senise;


b) puntare sul riciclaggio e sulla riutilizzazione dell’acqua dei canali di scolo;

c) valutare la possibilità di un utilizzo delle acque marine per scopi irrigui;

d) utilizzare le decine di pozzi già censiti da anni;

e) porre rimedio alla piaga dei pozzi abusivi;

f) stabilire il pagamento dell’acqua utilizzata dagli agricoltori in base ai metri cubi utilizzati, superando l’attuale pagamento forfettario sulla base degli ettari irrigati.


L’Associazione, dopo aver da quasi un mese sollecitato l’assessore Straziuso, il presidente del Comitato etico del San Carlo, dott. Rocco Maglietta, a dare una risposta sui motivi che non consentono in Basilicata, così come in larga parte d’Italia, di ricorrere all’aborto farmacologico convocherà, una conferenza stampa per esporre la proposta di “sperimentazione” della RU486.
L’Associazione, ritenendo che l’utilizzo dei fondi europei venga gestito dal governo regionale per scopi chiaramente clientelari, attraverso la destinazione di decine di miliardi di finanziamenti a pseudo imprenditori, a corsi di formazione professionale, che hanno il solo scopo e l’unico risultato di far arricchire le società di formazione e i formatori, ad aziende decotte se non addirittura fantasma – clamorosi i casi di alcune aziende agricole del metapontino aperte e chiuse subito dopo aver ricevuto miliardi di finanziamenti a vario titolo – stabilisce di rilanciare una seria campagna di informazione e di denuncia.
L’Associazione invita tutti gli iscritti, i simpatizzanti e tutti coloro che hanno a cuore l’esistenza del movimento radicale nel suo insieme a partecipare a un 2003 di lotta, per l’affermazione delle proposte tese a una rivoluzione liberale, liberista e libertaria.

Come sempre: “Fai quel che devi accada quel che può”.

Maurizio Bolognetti – Segretario/Tesoriere


Mario Colella – Presidente

Maria Antonietta Ciminelli

Agostino Dipierri

Michele Latorraca





















permalink | inviato da il 7/10/2005 alle 3:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre