.
Annunci online

 
lucania 
XX settembre
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Speciale su Tito Scalo(OLA)
Verbale Tito
I Veleni di Tito certificati
Speciale Fenice Spa
OLA: L'Ambientalismo non di regime
IL RESTO
Facebook
Bolognetti su radioradicale.it
Bolognetti su Coscioni.it
Bolognetti su "Fai Notizia"
Bolognetti su Radicali.it
Foto BubbleShare
Foto Flickr
Video su Google
Video su dailymotion
Video su YouTube
almcalabria
Raggi/Wordpress
Wikio.it
Lucanianews
NoiCittadiniLucani
Vittoria Smaldone
Ottavio Frammrtino
Diario Estemporaneo
Ecarta
Exploratores
Andrea Pikki
Lutrelli Blog
Giambattista Cervino
Flavia Amabile Blog(La Stampa)
Guido De Rosa
Sinistra Lucana
Anagrafe degli eletti Blog
Inaugurazione dell'anno giudiziario della Corte d'Appello di Potenza
Caso De Magistris, 21 ottobre
Il costo della politica
Manifestazione a sostegno del Pubblico Ministero Luigi De Magistris
Conferenza stampa\sit-in di Maurizio Bolognetti sulla "pax mastelliana"
Intervista a Maurizio Bolognetti sull'utilizzo dei fondi comunitari nella regioni Basilicata
Intervista a Maurizio Bolognetti sui 35 rinvii a giudizio in merito all'inchiesta relativa alla BPM
Insediamenti turistici nel metapontino: intervista a Maurizio Bolognetti
Piergiorgio Welby
Anagrafe pubblica degli eletti
Pannella e Kok Ksor a Potenza, 29/06/2004
Pannella e Kok Ksor a Latronico, 29/06/2004
Notiziario, 30/06/2004
Delegazione radicale visita i sassi, 30/06/2004
Pannella e Kok Ksor a Matera, 30/06/2004
Intervista RR, 27/08/07
Sit-in Lagonegro, 18/08/07
Dimissioni della giunta, 12/06/2007
Quale Alternativa?, 22/06/2007
"Caso Basilicata", 28/06/2007
Speciale "Toghe Lucane",18/06/2007
Intervista su "Toghe Lucane", 08/06/2007
Intervista su elezioni amm., 24/05/2007
Intervista su Comunità Montane, 16/05/2007
Chiu pilu pe tutti, 21/04/2007
Conferenza Stampa Eolico,23/03/2007
Veglia Welby, 13/12/2006
Comizio Cav, 28/01/2007
Egidio Sisinni, 16/10/06
Filodiretto, aprile 2006
Truffa UE, 25/8/06
Comizio Referendum, 07/05/2005
Firme False, 16/03/2005
Referendum, CF 10/9/2004
Comizio Muro L., 29/5/2004
Interviste a Latronico, 26/04/2004
Scorie Nucleari, CF 26/11/03
Comizio PZ, 1/12/03
Statuto Regionale, 4/10/03
Montagnard, 5/11/03
Maratona Oratoria, 20/6/02
Disobbedienza PZ, 25/5/02
Disobbedienza Mt, 22/2/03
OLA
FGS POTENZA
Montescaglioso.net
Astronik Blog
Nathan 2000
Rosa Piro
Giulio Laurenzi
Alfredo Di Giovampaolo
Luigi Cannella
Gianluca Bruno
Luigi Botte Blog
Vilerola
Voglio Scendere
Beha Blog
Il Senso della Misura
Fontamara
aboutblank
Daniela Condemi
Tiamotamburro
Piero Lacorazza
Bradanica
Il Rockpoeta
Polis
Paolo Uricchio
Rivivere
Il Quotidiano della Basilicata
Blutv
Basilicatanet
Basilicatanews
L'Eco di Basilicata
Gazzetta del Mezzogiorno
Nuova del Sud
Metropolisinfo
Tgr Basilicata
Approfondimenti RR: "Parlamento-casta"
Approfondimenti RR "Caste e Condor"
Rischio Vesuvio
  cerca


 



Intervento di Maurizio Bolognetti
alla Direzione Nazionale Rnp,
22 Settembre 2006
Ascolta!!! Link:
Radioradicale.it



LA DIREZIONE DI RL
CARLO GIORDANO
CARLO BOSSI
SABRINA TRIOLA

ASSOCIAZIONE RADICALI LUCANI
85043 - Latronico
radicalilucani@libero.it


“Comunque penosa sia la situazione
presente,
comunque avanzato sia
il processo
di involuzione confessionale
della nostra Repubblica,
noi, però, non disperiamo.
Sulla storia dell’umanità non cala mai
il sipario,
ed attori del dramma siamo noi,
con la nostra volontà e i nostri ideali.”
Ernesto Rossi (Il Ponte 1959)


“L’idea di libertà è una creazione
di ogni spirito;
imperdonabile errore è considerare
la libertà sotto un profilo storicistico,
strumentale ed utilitaristico.
La libertà è un valore
eterno ed assoluto.”


Carlo Rosselli (Scritti Dell'Esilio)



"La nostra missione è quella di tener
duro quando tutti cedono;
di alzare la fiaccola dell'ideale nella
notte che circonda; di anticipare
con l'intelligenza
e l'azione l'immancabile futuro."

Carlo Rosselli (Scritti dell'Esilio)


"La Libertà significa
il diritto di essere eretici,
non conformisti di fronte
alla cultura ufficiale
e che la cultura, in quanto
cretività sconvolge
la tradizione ufficiale"







 

Diario | Pannella_Kok Ksor | Radicali Lucani | Antiproibizionismo | Lucania Radicale | Salvemini/Rosselli/Rossi/Pannella | Rassegna Stampa/Comunicati | Archivio Storico e Varie | Regionali2000 |
 
Diario
1visite.

16 maggio 2012

Il lavoro rende liberi(da Notizie Radicali)

26 ottobre 2007

Basilicata. Fondi Ue: la Commissione europea risponde all'interrogazione presentata dall'on. Marco Cappato

H-0686/07
Risposta della Commissione all'on. Marco Cappato
23.10.2007

L'ammontare complessivo dei fondi strutturali concessi alla regione Basilicata per il periodo di programmazione 2000-2006 è stato di 848.035.000 €. Al Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) sono stati allocati 433.885.000 €, ossia il 51,16% del totale, mentre al Fondo sociale europeo (FSE) e al Fondo europeo agricolo di orientamento e garanzia - Orientamento (FEAOG) sono stati destinati rispettivamente 220.900.000 € (26,05%) e 193.250.000 € (22,79%). La quota attribuita alla regione Basilicata corrisponde quindi al 2,5% del totale dei fondi comunitari concessi all'Italia per il periodo di programmazione 2000-2006.

La precisazione dell'onorevole deputato riguardo il crescente numero di irregolarità segnalate è fondata: nel solo anno 2006, infatti, in Basilicata sono state riscontrate 80 irregolarità (l'11% del numero totale di irregolarità commesse sul territorio italiano), e ben 79 di queste sono state classificate dalle autorità italiane come presumibilmente fraudolente, per un importo stimato a circa 3,7 milioni di euro (l'1,6% del totale a livello nazionale, percentuale minore rispetto al numero di irregolarità riscontrate). La maggior parte dei casi segnalati riguarda frodi ai danni del Fondo europeo agricolo di orientamento e garanzia - Orientamento.


Nonostante le statistiche mostrino un sostanziale aumento dei casi di sospetta attività fraudolenta ai danni di questo Fondo in particolare, la Commissione è tuttavia confortata dal fatto che le autorità preposte al controllo abbiano rilevato e segnalato tutti questi casi di presunta irregolarità.
Per di più, l'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) ha segnalato alla Commissione di avere un solo caso di follow-up legato alla regione Basilicata e nessuna procedura investigativa in corso. Le autorità italiane non hanno infatti richiesto l'assistenza dell'OLAF per condurre le investigazioni sui Fondi strutturali nella regione Basilicata.
Inoltre, la stessa regione Basilicata - attraverso il punto centrale di coordinamento della Presidenza del Consiglio dei ministri - ha segnalato all'OLAF 93 irregolarità relative al periodo di programmazione 2000-2006.
Il corretto impiego dei Fondi strutturali è garantito da diversi attori a livello nazionale e comunitario attraverso particolari procedure di controllo, quali audit sull'impiego dei Fondi strutturali effettuati sia dalle autorità nazionali, sia dai servizi competenti della Commissione in materia di Fondi strutturali (Direzione generale della politica regionale, Direzione generale per l'occupazione, gli affari sociali e le pari opportunità, Direzione generale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale, Direzione generale della pesca e degli affari marittimi). Ogni anno, come previsto dall'articolo 13 del regolamento (CE) n. 438/2001, l'Italia presenta alla Commissione una relazione sui sistemi amministrativi e di controllo dei contributi concessi nell’ambito dei Fondi strutturali, in seguito esaminata in occasione della riunione annuale di coordinamento bilaterale fra le autorità italiane e la Commissione. La riunione di quest'anno è prevista per Dicembre.
Per quanto riguarda il Fondo europeo agricolo di orientamento e garanzia - Orientamento, l'audit relativo al periodo di programmazione 2000-2006 per la regione Basilicata è stato effettuato nel 2004, mentre quello successivo è previsto per il dicembre 2007. In seguito all'audit del 2004 da parte della Direzione generale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale è in corso una procedura di correzione finanziaria, a norma dell'articolo 39 del regolamento (CE) n. 1260/1999.
Per quanto riguarda il Fondo europeo di sviluppo regionale, la Basilicata non è ancora stata sottoposta a controlli relativi al periodo di programmazione 2000-2006. Il margine di errore rilevato dalle istituzioni di controllo nazionali è minimo (0,18%).
Nell'ambito della propria strategia annuale di controllo, i servizi di controllo della Direzione generale della politica regionale (DG REGIO) effettueranno presto un'analisi dei rischi (i cui parametri sono predefiniti).
Siccome nemmeno la DG REGIO ha ricevuto alcuna segnalazione riguardo a possibili irregolarità, non è al momento possibile indicare se il programma operativo della regione Basilicata sarà oggetto di controlli nell'immediato futuro.
In merito al FSE, invece, la Commissione rimanda l'onorevole deputato alla risposta fornita alla sua interrogazione scritta numero E-4158/07.
Infine, è importante ricordare che a inizio ottobre le autorità italiane hanno siglato un accordo che armonizza le procedure italiane di segnalazione di frodi e irregolarità ai danni del bilancio comunitario con quelle degli altri Stati membri, a comprova della serietà dimostrata dalle autorità italiane in materia di lotta alle frodi ai danni del bilancio comunitario.
 

Il Testo dell'interrogazione presentata dall'on. Marco Cappato

INTERROGAZIONE ORALE H-0686/07
per il tempo delle interrogazioni della tornata di ottobre 2007
a norma dell'articolo 109 del regolamento
di Marco Cappato
alla Commissione

Oggetto: Frodi comunitarie

Si moltiplicano inchieste e notizie di frodi che riguardano l'utilizzo dei Fondi strutturali destinati al Meridione d'Italia, e in particolare alla Regione Basilicata. Fermo restando che i controlli e gli audit devono, in primo luogo, essere effettuati dalle autorità nazionali e regionali e che le autorità di gestione competenti devono trarne le conclusioni e procedere a tutte le correzioni necessarie, può la Commissione precisare in quante e quali occasioni le autorità italiane hanno chiesto l'aiuto dell'OLAF per condurre le inchieste?
Non ritiene la Commissione che vi sia un problema che riguarda l'intero sistema istituzionale-imprenditoriale, in particolare della Regione Basilicata? Fermo restando che gli audit effettuati dalla Commissione vengono eseguiti solo in via sussidiaria e nell'ambito della strategia annuale, può la Commissione far sapere se intende intervenire in un qualsiasi modo per verificare il corretto utilizzo dei Fondi strutturali, e se intende prendere provvedimenti di qualsiasi tipo per prevenire frodi a partire dalla Regione Basilicata?


Presentazione: 11.09.2007


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. basilicata cappato frodi ue

permalink | inviato da Maurizio Bolognetti il 26/10/2007 alle 12:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 giugno 2007

Baco o non Baco...questo è il dilemma.

«Comitato d'affari illegale a Potenza»: in mattinata la Guardia di Finanza ha perquisito le abitazioni e gli uffici dell'esponente del Governo, del Procuratore generale della città, Vincenzo Tufano, dell’avvocato Giuseppe Labriola e della dirigente della Squadra mobile del capoluogo lucano, Luisa Fasano, nell’ambito dell’inchiesta del sostituto procuratore di Catanzaro, Luigi De Magistris, denominata «toghe lucane»

POTENZA – La Guardia di Finanza ha perquisito le abitazioni e gli uffici del Sottosegretario allo Sviluppo economico, Filippo Bubbico (Ds), del Procuratore generale di Potenza, Vincenzo Tufano, dell’avvocato Giuseppe Labriola e della dirigente della Squadra mobile di Potenza, Luisa Fasano, nell’ambito dell’inchiesta del pm di Catanzaro, Luigi De Magistris, denominata «toghe lucane».
Nell’inchiesta – con l’accusa di aver costituito e fatto parte, a vario titolo, di un «comitato di affari» – sono indagati uomini politici, amministratori, imprenditori, funzionari e magistrati in servizio in Basilicata (fra questi ultimi, uno ha lasciato la magistratura e altri sono già stati trasferiti in altre sedi dal Consiglio Superiore della Magistratura).
Le ipotesi di reato sono quelle di abuso d’ufficio per Tufano; corruzione in atti giudiziari e associazione per delinquere per Labriola; abuso d’ufficio per Fasano; abuso d’ufficio, associazione per delinquere e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche per Bubbico.
Secondo l’accusa, vi è chi avrebbe fatto parte di un «vero e proprio centro di affari occulto», che tutelava «interessi personali e di gruppi, anche occulti».
Il sottosegretario allo Sviluppo economico, Filippo Bubbico (Ds), «è il punto di riferimento politico apicale, unitamente ad altri appartenenti alla politica, nel “comitato di affari”»: è quanto ha scritto lo stesso De Magistris nel decreto con cui ha ordinato alla Guardia di Finanza di eseguire le perquisizioni. L'inchiesta avrebbe messo in luce, sempre a carico di Bubbico – che è stato Presidente della Giunta regionale della Basilicata nella passata legislatura – «una logica trasversale negli schieramenti», con il «collante degli affari».
Da Gazzetta.it

sfoglia
marzo        giugno